Press Area

Press Kit

All’interno di quest’area si possono trovare tutte le informazioni della compagnia da scaricare


Presentazione

Ultimo aggiornamento 2013

Comunicati Stampa

Ultimo aggiornamento 2013

Immagini

Ultimo aggiornamento 2014

Dicono di Noi

Intensa, struggente e senza veli. Convince e commuove la straordinaria interpretazione della danzatrice Silvia Bastianelli, protagonista di “Oppio”. Una performance vibrante e mai volgare nella quale la nudità parziale del corpo è lo strumento più diretto ed efficace per esprimere la purezza e il vuoto dell’anima della protagonista che nel soggetto scritto e diretto da Marcello Valassina per le eleganti coreografie di Francesca Selva, è una donna che ha perso il proprio bambino

Simone Pierotti, La Gazzetta del Serchio

In tempi di teatro-danza senza danza fa piacere veder danzare

Paola Pariset, Il Tempo

Suggestioni degli anni ’70 di cui i ballerini sottolineano con il gesto il sogno colorato

Marco Andretti, Il Corriere della Sera

…i tre danzatori interpretano con efficace realismo (…) e con movimenti fluidi e morbidi uno spettacolo emotivamente coinvolgente

Sonia Anselmo, Il Secolo d’Italia

… la bella sorpresa della compagnia di Francesca Selva

Donatella Bertozzi, Il Messagero

… Francesca Selva riesce a costruire coreografie dove il corpo, il movimento, l’armonia ancora hanno un’importanza assoluta (…) è semplicemente la danza ad essere protagonista

Argentina Vignani, Primafila

Un soggetto più drammatico dunque, ancorché proposto da una serie di stereotipi ricorrenti nella coreografia del giorno d’oggi (…), ma tutto ciò non ha vanificato l’incisività della tematica e l’impegno esecutivo delle ballerine

Paola Pariset, Il Tempo

… i quattro danzatori, sono quattro fantasmi, quattro immagini mentali. Ma sono anche corpi scolpiti dalla severa fisicità della scrittura neoclassica della Selva: molto lavoro sulle gambe, una riscrittura contemporanea del vocabolario classico. Tutto giocato tra la leggerezza delle aspirazioni e la pesantezza e la terrigena corporeità dell’esistenza. Svelto ed efficace nelle prime sequenze, forse nel finale svelato il gioco, il montaggio coreografico risulta un po’ ridondante

P.Giorgio Nosari, L’Eco di Bergamo

And fortunately this company’s work was not marred by the jejune artiness that has characterized some of the dance/performance work that has come our way from Italy in the recent past. The four dancers were all skillful and personable.

Henry Baumgartner, New York Theatre Wire

Practicing a gentle choreography of the mundane, Ms. Selva colored her material with a graciousness and a serene idealism that both helped and hurt the piece and were attributable, perhaps, to her strong roots in classical ballet

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi