Oppio

Nuovo Allestimento

Oppio

Il papavero è il fiore dedicato alla dea Demetra: solo bevendone il suo succo, la dea trovava consolazione alla straziante perdita della figlia. Come lei anche la protagonista di Oppio è invasa dallo stesso insopporabile dolore. Cerca una via d’uscita, ma la fuga è impossibile. Oppio che le avvolge l’anima, leggero come una piuma. Ma è solo un inganno.  Racchiudendola nei suoi petali, il papavero la fa scivolare nel sogno, ma al risveglio la riconsegna alla gabbia della realtà. Nuda sulla scena preda dell’angoscia e della paura. Con il dolore che resiste e persiste, nonostante tutto.

“Oppio is the gem of the Festival AvignonOff”

Philppe Verriele

Dettagli

  • Interpreti Silvia Bastianelli
  • Coreografia Francesca Selva
  • Regia e disegno luci Marcello Valassina
  • Organizzazione Claudio Cadario
  • Ufficio Stampa Natascia Maesi

 Durata

25 minuti circa

 In scena

  • 2015, 11 ottobre Lo Spazio Nudo Teatro dei Rinnovati – Siena
  • 2015, 16 luglio Fabbrica del Vapore – Milano
  • 2015, 28 febbraio Teatro Alfieri di Castelnuovo Garfagnana – (Lucca)

Promo

Immagini

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi