Mercy

In Circuitazione

MERCY

Il suo nome era Mercy. Nemmeno lei sapeva però bene il significato della parola. Era cresciuta in un laboratorio di maglieria creato dalla madre negli anni ‘70. Il rumore della macchina che faceva avanti e indietro giorno e notte è stata la colonna sonora della sua giovinezza. Se non lo sentiva non riusciva nemmeno ad addormentarsi. E quella notte che non lo sentì più le cambiò la vita. Le rimase in eredità l’ultima partita di lana grigia. Ma il grigio era un colore che non andava più di moda. E nemmeno le maglierie andavano più di moda. E nemmeno le brave ragazze andavano più di moda.

DETTAGLI

  • Interprete: Maria Vittoria Feltre
  • Coreografie: Francesca Selva
  • Regia e disegno luci: Marcello Valassina
  • Ufficio Stampa: Natascia Maesi

DURATA

50 minuti circa

IN SCENA

  • 2017, 28 ottobre Festival Confi.Dance

IMMAGINI

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi