A Piccole Storie Aliene #6 frammenti di danza e teatro

A Piccole Storie Aliene #6 frammenti di danza e teatro

5 Novembre 2019 Lascia un Commento

Danza e teatro tornano a fondere i propri linguaggi e ad essere protagonisti di  Piccole Storie Aliene #6, il progetto della Compagnia Francesca Selva/Con.Cor. D.A. a cura di Marcello Valassina, che dà spazio ai progetti innovativi delle Compagnie emergenti nello spazio laboratorio del Centro Danza di Siena (Via Massetatana Romana 28).  

Domenica 10 novembre alle 18.00 in programma c’è una serata speciale che mette propone in apertura due produzioni inedite della Compagnia Lost Movement, vincitrice del Bando Time to Move Art.43 Residenza Artistica della Regione Toscana indetto da Con. Cor. D.A. Si tratta di “Cuckoo” e “Sehnsucht”. “Cuckoo” ruota intorno al concetto di ricerca, intesa come cammino che “non ti dà ciò che stai cercando ma ciò di cui hai bisogno”. In questo lavoro il coreografo Nicolò Abbattista  accende i riflettori su equilibri, allungamenti, torsioni rallentate che creano suggestioni di un cammino continuo e sfiancante, in cui il danzatore Samuele Arisci  ci fa rivivere il rito del pellegrino. “Sehnsucht”, invece, è una riflessione sul concetto del limite.  Un ostacolo? Un traguardo? Qualcosa che ci confina o qualcosa che ci definisce? Raggiungere il limite qui significa resistere: trovare una resistenza fisica e mentale, che i danzatori – Salvatore Sciancalepore, Samuele Arisci, Chiara Borghini, Maria Chiara Bono, Michele Nunziata, Angelica Calabrese, Arianna Cunsolo e Enrico Luly ricercano, sottoponendo il proprio corpo alla fatica di una corsa attraverso la quale comunicano, ricercando il proprio controllo.

Nella seconda parte di Piccole Storie Aliene, spazio al teatro con “Inciarmamenti“ di e con Anna Di Genova e Iwan Paolini. Uno spettacolo che parte dalla suggestione nata dall’espressione dialettale napoletana ‘ngarmiamento” – intesa come quel discorso spesso contorto e non troppo sensato  con cui tuttavia il magnetico oratore ci affabula, ci stordisce, ci lega a sé e, proprio come in un incantesimo, ci affascina inesorabilmente – e diventa un interessante e approfondito studio su un maestro di ‘ngarmiamenti”: Giambattista Basile. L’effetto è quello della catapulta in in un mondo che di barocco conserva solo il lato contraddittorio e caotico, Al termine dello spettacolo si potrà brindare con un buon bicchiere di vino. (Ingresso 5 euro. Gradita prenotazione 0577 1512104, posti limitati). 


Lascia un commento

Your email address will not be published.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi