A Piccole Storie Aliene #5 le donne prendono parola contro la violenza di genere 

A Piccole Storie Aliene #5 le donne prendono parola contro la violenza di genere 

11 Febbraio 2019 Lascia un Commento

Le donne che non si arrendono mai. Che lottano e non hanno paura delle proprie fragilità perché è da esse che traggono la propria forza, la capacità di resistere e di reagire. Sono le protagoniste di Piccole Storie Aliene #5, l’evento promosso dalla Compagnia Francesca Selva/Concorda che si terrà domenica 17 febbraio al Centro Danza di Via Massetana Romana 28. Un vero e proprio laboratorio culturale dove anche questa volta, in una staffetta ideale, si intrecceranno due storie in danza: “Ascota-Me” il progetto coreografico fortemente voluto dalla direttrice della Compagnia Something Else, Fabiana Meini, che ne è anche la coreografa che ha debuttato nel maggio del 2018 all’interno della rassegna “Balla con Noi” e “L’attesa” della Compagnia Francesca Selva, performance straordinariamente interpretata da Nazareth Perales e ispirata all’opera teatrale “La Voce Umana” di Jean Cocteau. Si comincia alle 17.30 con “Ascolta-Me”. La performance accende i riflettori sulla violenza di genere, mettendo in mostra il coraggio delle donne che si ribellano, che non accettano più di farsi “strumento”, di stare zitte di fronte ai soprusi, abusi e minacce e sono pronte a dire “basta”. Ne “L’attesa” invece è la fragilità dell’esistenza umana che assume le sembianze di una donna che nel presentimento di qualcosa di tragico che sta per accadere, consuma i suoi giorni, uno dietro l’altro, senza però mai perdere la speranza. Combatte la sua personale battaglia contro il tempo. Contro la crudeltà della vita e di ciò che è inevitabile. Incontra la rabbia e il dolore, ne è sopraffatta. Ma resiste, e proprio nell’attesa, sperimenta la sua resilienza. “Con Piccole Storie Aliene, il Centro Danza Francesca Selva vive della ricerca di artisti e Compagnie che qui trovano la libertà e la possibilità di mostrare il proprio lavoro – spiega Marcello Valassina ideatore e curatore del progetto – il pubblico sta rispondendo con entusiasmo alla nostra iniziativa a dimostrazione del fatto che in questa città c’è bisogno di proposte culturali di qualità”. Al termine dello spettacolo si potrà brindare con un buon bicchiere di vino. (Ingresso 5 euro. Gradita prenotazione 0577 1512104).


Lascia un commento

Your email address will not be published.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi